Il più conosciuto tra i libri di letteratura per l’infanzia in Italia, uno dei personaggi letterari più famosi nel mondo, la storia più utilizzata per films, cartoni animati, spettacoli teatrali, musical, fumetti videoclip e gag d’avanspettacolo: non c’era certo bisogno di un nuovo spettacolo del Lanciavicchio…. ‘diranno subito i miei piccoli lettori . No ragazzi avete sbagliato, c’era una volta …..un nuovo spettacolo teatrale che prova a dare ai geppetti, alle fate, ai gatti e alle volpi, ai grilli parlanti, alle balene, alla giustizia, e a tutti gli altri ancora …una nuova possibilità di relazione con Pinocchio.

Una nuova lettura di un’antica favola, per fare in modo che l’incontro con Pinocchio non sia solamente confrontarsi con un pezzo di legno da scolpire, ma con un elemento della natura da ascoltare e comprendere.

Uno spettacolo sul mondo dell’infanzia: un’infanzia bistrattata dal mondo degli adulti, alla quale spesso non si riconosce capacità di riflessione nè di scelta, alla quale non si dà cittadinanza se non garantisce di aver abbandonato il paese dei balocchi, e sepolto il sogno di diventare-rimanere bambino.

Uno spettacolo che abbiamo dedicato a quell’infanzia capace di pensare, creare connessioni, e farsi delle domande, consapevoli che le risposte degli adulti spesso non sono più sensate delle… bugie di Pinocchio.

Le tecniche utilizzate nello spettacolo sono come sempre molteplici: al centro il lavoro dell’attore, ma intorno le immagini create dalle scenografie e dai costumi, che fanno parte integrante della scrittura drammaturgica dello spettacolo.


 

di Stefania Evandro
con Stefania Evandro, Alberto Santucci, Rita Scognamiglio
ed in video Armando Rotilio
Scenografia Antonio Silvagni /Ivan Medici
Costumi e Scenotecnica Lanciavicchio / Ivan Medici
Realizzazioni video Antonio Silvagni, Paolo Santamaria
Musiche Originali Giuseppe Morgante
Regia Antonio Silvagni
Regia di Antonio Silvagni

Lo spettacolo è nato da una collaborazione con UNICEF ABRUZZO prov. AQ e il Coro di Voci Bianche della Società della Musica Barattelli dell’Aquila. Ed ha debuttato a L’Aquila presso l’Auditorium della Guardia di Finanza nel maggio 2012 in un allestimento con circa 20 musicisti e 20 ragazzi e ragazze del Coro di Voci Bianche.